Neuropatia dello sciatico popliteo esterno

NERVO SCIATICO POPLITEO ESTERNO
Che cos'è?

E’ la sofferenza del nervo sciatico popliteo esterno (SPE), appena sotto in ginocchio che può essere responsabile di un dolore irradiato a livello della regione laterale della gamba fino al piede (Fig. 1).
La neuropatia periferica del SPE può comparire come entità autonoma oppure associata a patologie della colonna vertebrale lombare, come avviene, per esempio, nel caso dell’ernia del disco. 
La causa della neuropatia periferica del SPE è da ricondurre alla riduzione delle dimensioni del canale anatomico in cui decorre l’SPE, come succede nella sindrome del tunnel carpale al polso. A questo fenomeno, si può associare uno stato di “ipersensibilità” del nervo già sofferente a causa di una eventuale patologia lombare.
La sofferenza del SPE è spesso misconosciuta e non opportunamente presa in considerazione nella diagnosi differenziale del dolore di tipo sciatico.

Fig.1. Decorso del SPE (linea rossa) e sede della compressione (stella blu)
     
 

Come si manifesta?

I segni clinici più importanti con cui si manifesta neuropatia periferica del SPE sono rappresentati dal dolore sciatico e crampi (anche notturni) a livello della regione esterna dell’arto inferiore sotto il ginocchio (Fig.3). Talora nella stessa regione possono essere avvertite alterazioni della sensibilità cutanea.
Questi sintomi possono essere sollecitati od accentuati dall’assunzione di posture come l’accovacciarsi o lo stare seduti in modo prolungato (ad esempio alla guida dell’automobile).

Gli elementi clinici che orientano verso la diagnosi di neuropatia dello sciatico popliteo esterno sono:
- il dolore sciatico sotto il ginocchio e rievocato alla pressione del nervo alla radice della gamba.
- l’ ecografia del nervo che ne documenta la sofferenza.

Fig.2. Area cutanea sulla quale si distribuisce il dolore conseguente a neuropatia del SPE

Come si cura?

Il trattamento può essere di tipo conservativo o chirurgico.

Trattamento conservativo
Il trattamento conservativo consiste nella terapia analgesica ed eventualmente nella terapia infiltrativa locale con farmaci anestetici e cortisonici.

Trattamento chirurgico
Il trattamento chirurgico è indicato nelle forme conclamate e non responsive al trattamento conservativo e consiste nella decompressione del nervo interessato. L’intervento generalmente è condotto in anestesia locale e in regime di breve ricovero o di day surgery.